Collaboratori Precedenti

   
   
  Collaboratori scientifici
  Collaboratori informatici
   
   
 

Collaboratori scientifici

Matteo Molinari   |    Monica Bianco    |    Gabriele Balducci    |    Nicole Equey    |    Emilio Russo    |    Alan Wachs    

 
MATTEO MOLINARI
Matteo Molinari, nato a Ivrea (TO), ha studiato Letteratura e Linguistica italiana e francese presso l'UniversitÓ di Basilea e la Sorbonne (Paris IV). Si Ŕ laureato nel 2011 con un lavoro di Master sulle dediche di Pietro Aretino ("Per divina gratia Huomo libero" e "Humile servo". Pietro Aretino e le dediche, relatrice M. A. Terzoli). Dal febbraio 2012 Ŕ assistente di Letteratura italiana all'UniversitÓ di Basilea dove contribuisce all'insegnamento del seminario incentrato su dediche della cultura italiana, a sua volta legato al progetto di ricerca I margini del libro. Tra le sue esperienze lavorative di maggior rilievo vi Ŕ l'insegnamento dell'italiano e francese come lingue straniere in diverse scuole medie e scuole per adulti tra il 2005 e il 2010.





^ top
 
 
MONICA BIANCO
(dal 2005 al 2014)
Monica Bianco nata a Castelfranco Veneto (TV), ha compiuto la sua formazione tra Italia e Svizzera: dopo essersi laureata in Lettere all'Università di Padova nel 1992, ha proseguito i suoi studi a Ginevra dove ha ottenuto nel 1996 il Diplôme d'Études Supérieures en Lettres “Au seuil de la modernité”.

Nel 2000 ha conseguito presso l'Università di Padova il dottorato di ricerca in “Filologia ed ermeneutica italiana”, ed è stata responsabile scientifico del progetto Preliminari per una storia delle antologie cinquecentesche di lirica italiana.
Dal 2002 al 2005 ha tenuto presso l'Università di Padova lezioni all'interno dei seminari della Facoltà di Lettere per la preparazione all'esame di Italiano scritto sia di primo che di secondo livello. Iniziati i suoi studi nell'ambito della filologia italiana, si è occupata di predicazione volgare e di lirica quattro-cinquecentesca. Campo di ricerca più recente è il rapporto tra immagine e testo nel Rinascimento con interessi che spaziano dall'emblematica alla poesia come ritratto e alle rime incentrate su ritratti.
Dal 2005 è assistente dottore all'Università di Basilea.

Dall'ottobre 2005 partecipa come collaboratrice esterna al progetto di ricerca sulle dediche finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero e diretto dalla professoressa Maria Antonietta Terzoli.




^ top
 
 
     
 
GABRIELE BALDUCCI
(dall’agosto 2002 al luglio 2004)
Gabriele Balducci, ha studiato Italianistica e Storia all’Università di Basilea dove si è laureato con Maria Antonietta Terzoli con una tesi su epigrafi e dediche di metà Ottocento (Epigrafi e dediche in scrittori moderati del Risorgimento).

Partecipa dal 2002 al progetto di ricerca sulle dediche finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero e diretto da Maria Antonietta Terzoli. Nel 2004 è stato pubblicato il suo intervento negli atti del convegno tenutosi a Basilea nel novembre 2002 I margini del libro. Indagine teorica e storica sui testi di dedica (Roma-Padova, Antenore).



^ top
 
 
     
 
NICOLE EQUEY
(dall’agosto 2002 al luglio 2004)
Nicole Equey è nata a Basilea nel 1975. Ha studiato Italianistica e Germanistica all’Università di Basilea e si è formata per un anno anche all’Università di Padova. Si è laureata con Maria Antonietta Terzoli con una tesi su Frontiera di Vittorio Sereni (Il ‘libro d’anteguerra’ di Vittorio Sereni. Per un commento a ‘Frontiera’).

Dal 2002 collabora al progetto sulle dediche italiane diretto da M. A. Terzoli e finanziato dal fondo nazionale svizzero per la ricerca.



^ top
 
 
     
   
EMILIO RUSSO
(dal 2005 al 2008)
Emilio Russo ha studiato prima all'Università di Roma “La Sapienza”, quindi all'Università di Padova; ha collaborato con l'Istituto Storico per il Medio Evo ed è stato borsista presso l'Istituto di Studi Storici di Napoli.

Ha pubblicato i volumi: Testimoni del vero. Su alcuni libri in biblioteche d'autore, Roma, Bulzoni, 2000 (come curatore); L'ordine, la fantasia e l'arte. Ricerche per un quinquennio tassiano (1588-1592), Roma, Bulzoni, 2002; I. Nievo, Storia filosofica dei secoli futuri (e altri scritti umoristici del 1860), Roma, Salerno Editrice, 2003 (come curatore); Studi su Tasso e Marino, Padova-Roma, Editrice Antenore, 2005.

Ha scritto saggi su Tasso, Chiabrera e Marino, su Aldo Manuzio il giovane e l'editoria di fine Cinquecento, e in ambito ottocentesco su Nievo e Calandra. Dal 2000 redige voci per il Dizionario biografico degli Italiani. Collabora all'Edizione Nazionale delle Opere di Torquato Tasso (edizione delle Prose diverse, in collaborazione con Guido Baldassarri) e all'Edizione Nazionale delle Opere di Ippolito Nievo (edizione delle Tragedie) È redattore della rivista «Filologia e critica» e della rivista «L'Ellisse. Studi storici di letteratura italiana»



^ top
 
 
     
 
ALAN WACHS
(dal 2005 al 2008)
Alan Wachs Ŕ nato a Locarno nel 1972 e ha studiato Italianistica e Storia all'UniversitÓ di Basilea.

Nel semestre invernale 2004 e in quello estivo 2005 ha seguito il seminario 'I margini del libro'.

Dal 2005 al 2008 ha partecipato al progetto di ricerca sulle dediche finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero e diretto dalla professoressa Maria Antonietta Terzoli.




^ top
 
 
     

Collaboratori informatici

Günther Brackly responsabilità informatica   |   Normen Deutschmann Applicazione & Website   |   Dieter Wallach responsabilità informatica

 
GUENTHER BRACKLY
Nato a Treviri, Günter Brackly, dopo la maturità conseguita nella città natale presso il Liceo Umanistico Friedrich Wilhelm, ha studiato Matematica e Informatica alla Rheinische Friedrich Wilhelm-Universität di Bonn nonché Economia presso l’Istituto di Ökonometrie und Operations Research dove è stato attivo in qualità di collaboratore scientifico in diversi campi di ricerca e dove si è addottorato.

Dal 1985 al 1991 è stato attivo nell’insegnamento e nella ricerca in qualità di assistente e collaboratore scientifico presso il Seminario per la didattica della matematica all’Università di Colonia.

Dal 1991 al 1996 è stato referente della Friedrich Ebert Stiftung e responsabile per la realizzazione di diversi progetti di elaborazione dati.

Nel 1996 è stato chiamato come professore per Banche Dati presso l’Università di Wismar. Dal febbraio 2000 Günter Brackly è professore di Banche Dati e Information Retrieval presso la Fachhochschule di Kaiserslautern.





^ top
 
 
     
 
NORMEN DEUTSCHMANN

Nato a Pirmasens, ha studiato informatica e media digitali presso la Fachhochschule Kaiserslautern (distaccamento di Zweibrücken) e ha concluso, nel 2003, i propri studi con un lavoro per l’Università di Basilea sulle applicazioni Web con JSP.

Ha partecipato ad uno stage nel settore programmazione e applicazioni tridimensionali presso la Siemens AG Corporate Technology.

Dal 2003 collabora nel settore IT al progetto di ricerca sui testi di dedica, finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca e diretto da Maria Antonietta Terzoli.




^ top

 
contatto:

normen@dieplatform.de
www.dieplatform.de
     
 
DIETER PETER WALLACH          DW
Dieter Peter Wallach, nato a Zweibrücken, ha studiato Psicologia, Informatica e Scienze dell’Informazione presso la Università del Saarland dove, dal 1992, è stato collaboratore scientifico e si è addottorato in Scienza della Cognizione.

Dal 1997 al 1998 ha lavorato come Postdoctoral Associate presso la Carniegie Mellon University (Pittsburgh, PA) e dal 1998 al 2001, in qualità di Oberassistent, è stato attivo nella ricerca e nell’insegnamento presso l’Istituto di Psicologia dell’Università di Basilea.

Nel 2000 ha assolto un Entrepreneurship Program presso il MIT di Boston (MA) e nel 2001 è stato chiamato come professore di Software Engineering presso la Fachhochschule di Heilbronn. Dal 2001 Dieter Wallach è professore per Human Computer Interaction e Usability Engineering presso la Fachhochschule di Kaiserslautern.

Accanto all’attività accademica, dal 1999 dirige la ergosign GmbH.






^ top
 
 
     




Home